Testimoni Digitali - News & Digit Media
Benedetto XVI:"Il compito di ogni credente che opera nei media è spianare la strada a nuovi incontri, assicurando la qualità del contatto umano"

“Il compito di ogni credente che opera nei media è quello di spianare la strada a nuovi incontri, assicurando sempre la qualità del contatto umano e l’attenzione alle persone e ai loro veri bisogni spirituali; offrendo agli uomini che vivono questo tempo ‘digitale‘ i segni necessari per riconoscere il Signore”: è questa, ha ricordato Benedetto XVI, “la missione irrinunciabile della Chiesa”. Anche nella rete i credenti sono chiamati a collocarsi come “animatori di comunità”, attenti a “preparare cammini che conducano alla Parola di Dio”, e ad esprimere una particolare sensibilità per quanti “sono sfiduciati ed hanno nel cuore desideri di assoluto e di verità non caduche”. La rete potrà così diventare una sorta di “portico dei gentili”, dove “fare spazio anche a coloro per i quali Dio è ancora uno sconosciuto”. Gli animatori della cultura e della comunicazione sono segno vivo di quanto “i moderni mezzi di comunicazione siano entrati da tempo a far parte degli strumenti ordinari, attraverso i quali le comunità ecclesiali si esprimono”. “Le voci, in questo campo, in Italia non mancano”, ha aggiunto il Papa ricordando il quotidiano Avvenire, l’emittente televisiva TV2000, il circuito radiofonico inBlu e l’agenzia di stampa SIR, i periodici cattolici, la rete capillare dei settimanali diocesani e i siti internet di ispirazione cattolica.


Ultimo aggiornamento di questa pagina: 24-APR-10
 

testimoni_digitali - Copyright @2005 - Strumenti Software a cura di Seed