Testimoni Digitali - News & Digit Media
Mons. Pompili, "Gli otri nuovi: l‘intenzionalità, l‘interesse, l‘impegno, la responsabilità"

“Non esiste una risposta a buon mercato, beninteso. Ci sono però una serie di condizioni preliminari, ineludibili per ciascuno di noi, senza le quali è impossibile attivare qualsiasi comunicazione umana, ivi compresa quella del Vangelo” ha sottolineato Mons. Pompili proseguendo il suo intervento. “La prima è certamente l’intenzionalità, cioè la consapevolezza di ciò che ci sta a cuore e l’impegno a condividerlo, senza dissimulare la propria identità. Non si può comunicare senza volerlo, lasciando all’eventualità del caso l’emergere delle nostre convinzioni”. Poi è fondamentale la capacità di avvicinare l’altro, “cioè il nostro interlocutore. Se manca la disponibilità ad ascoltare chi ci sta di fronte, cioè realmente la voglia di entrare nel suo mondo e di ospitarlo nel nostro, qualsiasi comunicazione è depotenziata, perché manca il terreno per allestire le condizioni dell’incontro, al di là di differenze che restano altrimenti insormontabili. Ma per intendersi bisogna fare lo sforzo di imparare i linguaggi e le nuove forme di comunicazione, cioè entrare dentro il mondo per noi cifrato che altri abitano con naturalezza” si pensi ad esempio a quel che scrivono gli adolescenti su Facebook “e cercare di acquisire le capacità per entrare in sintonia con loro, per comprendere il mondo delle loro immagini e percezioni, raggiungendoli sul loro terreno”. (vi.gri)


Ultimo aggiornamento di questa pagina: 24-APR-10
 

testimoni_digitali - Copyright @2005 - Strumenti Software a cura di Seed