Home » News & Digit Media » 2010 » Febbraio » Lettera aperta di Don Fortunato Di Noto ai "bambini digitali" 

Lettera aperta di Don Fortunato Di Noto ai "bambini digitali"   versione testuale

di Don Fortunato Di Noto*

Cari Bambini,
ho pensato di scrivervi questa lettera per comunicarvi che voi più piccoli (o, come vi chiamano gli esperti “nuovi nati digitali”),  sarete i nuovi annunciatori e  portatori di Gesù nel web. Perché è proprio vero, e ne sono convinto: i bambini salveranno la bellezza del web e la vera comunicazione del Vangelo nell’era digitale.

La Chiesa italiana (come spero vi abbiano comunicato le catechiste e i vostri parroci),  si sta preparando a vivere un momento di incontro a Roma dal 22 al 24 aprile prossimi,  che culminerà nell’udienza da Papa Benedetto XVI, dove si  rivolgerà ai “testimoni digitali”, cioè a tutti coloro che utilizzano i nuovi mezzi di comunicazione per annunciare il Vangelo all’uomo globalizzato. Si rifletterà insieme su come utilizzare bene tutti gli strumenti di navigazione che la tecnologia ci offre, non solo per chattare (perdendo solo del tempo!) ma soprattutto, per lo studio e per la didattica, per la solidarietà e per l’annuncio dell’amico Gesù, il Figlio di Dio,  che tutti voi (come noi) avete incontrato e al quale siete felici di appartenere.
Chi di voi, come regalo della Prima Comunione, non ha  ricevuto  un cellulare o un Computer o un iPod e non  si è avventurato a “navigare” - una navigazione che preferiremmo fosse accompagnata dai genitori, con regole ben definite -?

Forse, i genitori o i nonni  hanno un po’ esagerato nel regalo, ma bisogna essere “trendy”, cioè alla moda, (un processo irreversibile!)  e in esso vogliamo vedere il positivo e non solo il negativo.

Comunque tanti di voi ormai hanno il cellulare e navigano su Internet (circa il 90% dei minori, solo in Europa). Si naviga e gioca, si scrive e studia, si guardano i film e leggono libri e riviste. Ci si incontra con gli amici, quelli veri (vi ricordate il detto “chi trova un amico, trova un tesoro”?, ma attenzione, capita spesso che su internet si facciano incontri di falsi amici che vogliono farvi del male), e se ne cercano tanti altri. Bellissima cosa: chi di noi non vorrebbe avere un amico, e in casi significativi qualche minore ha trovato anche la gioia di essere ascoltato nelle giornate di profonda solitudine e amarezza.

Internet è bello veramente!
 
...
 
 
*Parroco e presidente Associazione Meter onlus www.associazionemeter.org
versione accessibile | mappa del sito | newsletter | contattaci | privacy | note legali | credits

© 2010 - Testimoni Digitali